CONTACT US

guida ufficiale della Provincia di Pavia

Towards the Upper Oltrepò

As you leave the plains behind you the land rises sharply in rolling hills as far as the mountains and then on to the sea. The Alto Oltrepò area is, in fact, a small area which is accessed at the end of the Staffora valley which the Ardivestra and Nizza valleys join.
The landscape is hilly and dotted with attractive medieval villages, castles, fortresses and patrician residences but its natural environment also invites you to walk through its forests.

There are many farm holiday hotels, trattorias and restaurants which seem not to want travellers to leave.
A journey through the Alto Oltrepò is, in fact, a journey through the gourmet flavours of a fertile rural countryside: agnolotti alla vogherese, ravioli alla varzese, spinach beet malfatti, chicken liver risotto, peperonate, boiled meats and mostarda, braised beef, charcuterie (Varzi salame, bacon, coppa, cotechino, sanguinacci), mushrooms, truffles, bread, fruit, honey, hard almond cakes, 'ossa dei morti', doll shaped biscuits (Büsélâ) and - obviously - wine.

Here, as Cesare Angelini wrote, the air is suffused with the sweetness of grapes and must.

Note that two of the area's towns are part of the Borghi più Belli d'Italia - most beautiful towns in Italy - club: Zavattarello and Porana (part of Pizzale), the latter is outside this itinerary and a few kilometres from Voghera on the Voghera-Pavia road.

Download the guide

Voghera

Voghera is located at the end of the plains, right at the foot of the hills and in the Roman era it was on the border between the Augustan regions of Emila and Liguria. The river which passes through it, the Staffora river, also takes its name from the Lombard word Stafula for the border posts which marked the borders between the dioceses of Piacenza and Tortona.

Retorbido

Known in Roman times by the name Litibium, the town of Retorbido was given by Lombard king Liutprand to Pavia monastery San Pietro in Ciel d'Oro.

Rivanazzano Terme

A few kilometres away from Voghera near the Staffora stream, you come across the town of Rivanazzano Terme. The site is known as a well equipped spa town.

Godiasco Salice Terme

This famous holiday resort has no fewer than two spa bath complexes: Terme di Salice and Terme President. Salice's waters come from deep down in the earth, in subterranean basins of marine origin and sulphurous springs.

Cecima

The G Giacomotti Astronomic Observatory in Ca’ del Monte, is the site of interesting research (in partnership with both national and foreign bodies), education and general public activities via guided tours, conferences and cultural events.

Ponte Nizza

Abbazia di Sant’Alberto da Butrio, near Ponte Nizza, was founded by hermit saint Alberto of Butrio in the 11th century on the summit of a limestone outcrop and soon became a Benedictine closed order.

Bagnaria

Perched in a panoramic position on the right side of the valley Bagnaria has retained the appearance of a medieval town with houses in grey stone and narrow, winding alleyways which climb steeply to the sacristy of the Romanesque church of San Bartolomeo.

Varzi

Time seems to have stood still in this extremely old medieval plan town: its towers, churches, porticoes, castle, Soprana and Sottana bridges and two seventeenth century oratories belonging to the Bianchi and Rossi confraternities are incomparably beautiful.

Santa Margherita Di Staffora

There are many small villages scattered across the area in diverse environments with interesting natural features and a rich variety of fauna.

Brallo Di Pregola

Brallo di Pregola is in the heart of the Apennines on the border between the provinces of Piacenza, Genoa and Alessandria and it is precisely for this reason that the area can be called the 'land of four provinces', a place in which different traditions, cultures and dialects meet.

Menconico

At the foot of Mt. Penice, this ancient possession of the Abbazia di San Colombano di Bobbio passed to the Malaspina family in the Middle Ages and then to the Dukes of Milan. As well as the eighteenth century parish church dedicated to St. George, Santuario della Beata Vergine, built on the summit of Mt. Penice at an altitude of 1460 metres with very long views, also merits a visit.

Romagnese

Romagnese is a characteristic medieval town. The Dal Verme family ruled the area and built its fourteenth century castle.

Zavattarello

Zavattarello is one of Pavia's most beautiful towns and part of the Borghi più Belli d’Italia - the most beautiful towns in Italy - club.

Valverde

In the midst of upper Val di Nizza and upper Val Tidone this site is still wild and uncontaminated with a typically mountainous climate.

Val Di Nizza

The town of Oramala in the Val di Nizza area is one of the most evocative places in the upper Oltrepò valley.

Montesegale

The town's fourteenth century castle - built on an earlier, 12th century fortress - overhangs the town. It is a severe complex of courtyards and buildings which were built up layer by layer over the centuries and encircled by battlemented towers with massive square towers.

Merenda in grotta, escursione alle Grotte di San Ponzo

Le ESPLORAZIONI di Volo di Rondine - associazione naturalistica in Oltrepò Pavese - organizzano escursione alle Grotte di San Ponzo: "Merenda in grotta" Tipo escursione: FACILE Programma - ore 15:00 ritrovo e accoglienza presso B&B La Pomella (http://lapomella.it/) - ore 15:15 partenza per l'escursione su sentiero fino alle Grotte di San Ponzo con il naturalista dott. Marco Ciccolella, guida di Volo di Rondine. Durante la passeggiata chiacchiere di geologia e botanica inerenti il territorio, inoltre si parlerà della fauna del territorio e della sua evoluzione degli ultimi anni. - ore 17:00 rientro presso il B&B La Pomella, breve proiezione di VIDEO NATURALISTICI del 2018 e conferenza sul tema “Prede e Predatori” con particolare focus sulla figura del LUPO e della sua presenza sul nostro territorio - ore 17:30 Merenda con prodotti tipici in parte realizzati direttamente nell'antico forno del B&B, un tempo forno del borgo. Pane, focaccia e torta fatti a mano, la speciale marmellata di Pomella genovese, formaggi di San Ponzo, ecc. L'attività è riservata ai soci. E' possibile iscriversi al momento della prenotazione. Si richiede una quota partecipazione che include assicurazione, guida in escursione, conferenza, merenda: - adulti e ragazzi dai 12 anni: 15 euro - bambini sotto 12 anni: 5 euro I bambini sotto i 12 anni rimangono sotto la responsabilità dei loro accompagnatori maggiorenni. Si consiglia abbigliamento adeguato al clima del periodo e scarpe da trekking o da ginnastica con suola non liscia. L’evento è a numero chiuso ed è attivato con un numero minimo di partecipanti. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA entro il 12/04/2018 NB:Il programma delle attività potrà subire variazioni dovute a necessità organizzative Per PRENOTAZIONI e informazioni: info@volodirondine.com - 331.7697861 (Marco) – 339.4518087 (Vera) Per altre info: B&B La Pomella: info@lapomella.it Phone 3200838513 - via San Ponzina 54a 27050 San Ponzo Semola (fraz. Ponte Nizza) - PV

Assaggi tra vino e castelli

Camminata panoramica in compagnia di guide storico-naturalistiche locali con tappe enogastronomiche al castello di Pietra de Giorgi, casa-torre di Cavigerra e castello di Mornico Losana Questa camminata ad anello di 10 km. si svolgerà sui crinali dell’Oltrepò Pavese centrale il cui paesaggio è fortemente caratterizzato dalla presenza di numerosi castelli d’altura e di dolci colline a vigneto. Il percorso, oltre ad offrire straordinarie vedute panoramiche, porterà alla scoperta delle ragioni storiche e naturali di questo assetto territoriale, con la visita dei monumenti più significativi e con spiegazioni relative alle sue caratteristiche ambientali. Dalla chiesa dedicata a Santa Giuletta, martire che rimanda ai pellegrinaggi medievali lungo la locale via Romea, si salirà alla settecentesca villa Isimbardi, un tempo castello difensivo, dal quale questa illustre famiglia pavese avviò un’opera di valorizzazione agricola del proprio feudo con particolare attenzione alla coltivazione razionale della vite. Con un percorso agro-naturalistico guidato tra i vigneti del crinale panoramico delle Cinque Strade si raggiungerà il borgo di Pietra de Giorgi, caratterizzato dalla presenza della rocca Beccaria-Giorgi. Nella suggestiva cornice del Cantinone Medievale degusteremo un primo piatto tradizionale in abbinamento ai vini di un’azienda vitivinicola locale che presenterà in questa giornata la sua gamma commerciale 2019 e che consegnerà a tutti i partecipanti in omaggio un calice da degustazione o una bottiglia di vino secondo le preferenze individuali. Dopo il racconto delle vicende storiche del castello, protagonista delle lotte tra Guelfi e Ghibellini pavesi, si riprenderà il cammino tra splendide vedute per raggiungere la casa-torre di Cavigerra, antico avamposto di guardia dei nobili Belcredi. Qui verrà offerta una degustazione sul prato di salumi, formaggi e vini locali davanti al magnifico scenario dei borghi di Montalto Pavese e Mornico Losana, dominati dai rispettivi castelli. Un piacevole percorso in discesa collega Cavigerra al borgo di Mornico dal quale si salirà allo spettacolare castello in stile neogotico, oggi residenza privata e resort di charme. Dopo il racconto della storia dell’edificio, che nei sotterranei conserva ancora le vestigia di un’antica rocca medievale, si chiuderanno le degustazioni con un assaggio di dolci tipici accompagnati da vino Moscato dell’Oltrepo Pavese nella splendida cornice del giardino panoramico della dimora, punto di osservazione eccezionale su tutte le colline circostanti. Una volta lasciato il castello si concluderà la camminata ritornando al punto di partenza presso la frazione Castello di Santa Giuletta. Una nostra navetta sarà a disposizione lungo tutto il percorso per qualsiasi emergenza. L’itinerario si svolge in parte su sterrate e in parte su asfalto e pur non presentando difficolta tecniche (150 metri di dislivello positivo) richiede calzature molto comode da passeggiata. In caso maltempo la camminata verrà annullata. In caso di presenza di solo fango nei settori sterrati il percorso verrà fatto tutto su asfalto e quindi la giornata sarà confermata. PER RAGIONI ORGANIZZATIVE È RICHIESTA LA PRENOTAZIONE POSSIBILMENTE ENTRO VENERDI’ 12 APRILE 2019 Per informazioni sulle quote e sulle modalità di partecipazione consultare il sito www.calyxturismo.blogspot.it oppure contattare gli organizzatori.

Sui sentieri di San Francesco

Escursione storico-naturalistica con degustazione vini e prodotti tipici legati alla presenza del santo di Assisi sulle colline dell’Oltrepo Pavese La tradizione vuole che San Francesco durante le sue peregrinazioni nel nord Italia allo scopo di fondare nuovi monasteri, abbia fatto sosta anche in Oltrepo Pavese e precisamente sulla collina ai piedi del borgo medievale di Nazzano e che ancor oggi porta il suo nome. In occasione della tradizionale Fiera d’aprile di Rivanazzano Terme dedicata al patrimonio storico e agroalimentare del territorio, l’Associazione Calyx Turismo organizzerà un’escursione naturalistica con merenda e degustazione vini alla scoperta dei luoghi legati a San Francesco, grande ambientalista ante litteram. La partenza è prevista per le ore 14:00 dalla piazzetta del borgo di Nazzano, antico capoluogo della località situato a 400 m. di altezza sopra l’abitato attuale. Le attività si apriranno con una breve introduzione storica sul piccolo villaggio, che conserva ancora intatto il suo aspetto medievale, con gli stretti vicoli, le case in sasso ed il castello, oggi dimora privata dei nobili Rovereto. Si visiterà poi per gentile concessione dei proprietari il grazioso giardino all’italiana di Villa San Pietro, dimora settecentesca adiacente al castello, che si affaccia come un balcone panoramico sull’imbocco settentrionale della Valle Staffora. L’itinerario della passeggiata proseguirà poi in direzione del Monte della Madonna, luogo di un’antica apparizione mariana, del quale Francesco si innamorò a tal punto da volervi fondare un eremo. La zona è caratterizzata da bei boschi naturali che permettono di osservare la tipica vegetazione della zona e le tracce della presenza di una nutrita fauna selvatica, offrendo nel contempo numerosi punti panoramici sui vigneti della zona, rinomata fin dall’antichità per la sua produzione vinicola. Durante il tragitto si avrà anche la possibilità di scoprire le curiosità idrogeologica della zona, che purtroppo furono la causa della mancata costruzione dell’eremo francescano. Prima di intraprendere la parte finale dell’anello che riporterà a Nazzano, si rimarrà in quota visitando i vigneti storici di Casa del Conte, tenuta vitivinicola che produce vini naturali da uve tipiche di quest’area. Il tour della cantina sarà seguito da una sessione di degustazione vini naturali in abbinamento a specialità del territorio e prodotti tipici davanti ad una splendida vista sulla piana padana. Le attività si concluderanno verso le ore 18:00 circa al punto di partenza. Il percorso di circa 6 Km. Si snoderà principalmente su sentieri sterrati, non presenta particolari difficoltà tecniche ed è quindi adatto a tutti. È comunque necessario un abbigliamento sportivo e scarpe da escursione. Si raccomanda inoltre scorta d’ acqua per la camminata. La partecipazione è soggetta a prenotazione entro le ore 12:00 di sabato 6 aprile 2019. Per informazioni sulle quote e le modalità di partecipazione consultare il sito www.calyxturismo.blogspot.it oppure contattare gli organizzatori.

Corsa delle Terre Diverse

Il percorso della gara è impegnativo nella prima parte e veloce nella seconda a cavallo del confine fra Lombardia e Piemonte, tra boschi, vigneti, castelli Malaspiniani e sul finire lungo il torrente Staffora. Perché Trail delle Terre Diverse, abbiamo una storia da raccontare... Nel medioevo, l'Oltrepò pavese era terra di passaggio per numerosi viandanti, viaggiatori e commercianti. Ma anche reali e nobili in cerca di luoghi di riposo e scoperta. Qui ci si fermava per ricaricare le forze, fare affari, mangiare e bere bene. La zona collinare era dotata di autonomia spiccata ed era divisa in feudi: ciascuno di essi godeva di una statuto speciale e di vari privilegi. Quasi un regno indipendente. Per questo era detto - quasi in modo spregiativo da chi non gradiva questa condizione favorevole - le “Terre Diverse”. Valli che - con un atteggiamento a volte un po' snob, a volte un po’ sognante e distratto - si sentono distanti ed avulse rispetto a tutto ciò che le circonda. Dove vigono regole e usanze particolari. Un luogo perfetto per “staccare” dal proprio contesto abituale e dimenticare per un momento tutto il resto. Una terra di mezzo dove si sfiorano Lombardia, Liguria, Piemonte ed Emilia, un luogo "segreto" che combina paesaggi, cultura e storia di queste quattro regioni in un mix unico riservato solo ad intenditori e a chi cerca qualcosa di diverso. Sono 26 Km che divertono tutti sia per la ricca varietà di paesaggi e panorami che si incontrano, sia per i differenti livelli di difficoltà. Il pacco gara vuole offrire la possibilità ai partecipanti di apprezzare i prodotti tipici delle Terre Diverse: salame di Varzi (Salumificio Valverde), vini dell’OltrePo (tenuta Montelio e Cantina Torrevilla), riso (Curtiriso) e farina del Molino di Voghera... Parte del ricavato andrà donato ad Emergency per un piccolo aiuto ai meno fortunati di noi.

I Misteri del Castello di Zavattarello

Dalle leggende agli strani avvenimenti, attraverso le indagini dei ricercatori del paranormale, immergetevi per una notte nei misteri del Castello di Zavattarello in Oltrepò Pavese, legati a un ormai celebre assassinio. Il Tour del Mistero è un'esperienza emozionale, uno spettacolo teatrale: è un percorso attraverso il tempo e lo spazio, un vero e proprio viaggio al confine tra suggestione e realtà. Sicuramente sarà difficile distinguere tra le due: chiusi in un antico castello, separati dal mondo esterno, in un luogo dove passato e presente si fondono, accompagnati da personaggi usciti dal Medioevo che si mescolano ad altri del nostro presente. Bisogna fare attenzione: come sosteneva Hemingway, "è facilissimo reagire con freddezza alle cose durante il giorno, ma di notte è tutto un altro discorso". In un luogo così carico di emozioni, accompagnati dai protagonisti dei racconti più misteriosi, può diventare difficile distinguere ciò che è reale. Programma Dalle ore 19.20 a tarda notte Tour del Mistero, un viaggio nei luoghi delle leggende e degli avvenimenti inspiegabili. (Partenze dei tour ore 19.20, 20.10, 21.00, 21.50, 22.40 e 23.30) Servizio navetta gratuito da Piazza Dal Verme al Castello e ritorno. Prenotazione obbligatoria Costo Tour del Mistero: 15€

Il Piave Mormorava…

Monteveneroso ricorda il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale 1915-1918: i caduti, i sacrifici, il dolore, le speranze ed il desiderio di pace e di futuro di un’intera generazione di uomini e donne. Ore 10: ritrovo in Via Morsinga e alle ore 10.30 partenza della sfilata verso il Circolo Ricreativo. Alzabandiera, saluto delle autorità ed inaugurazione della mostra che resterà aperta fino alle ore 17 Ore 12: Rancio ad offerta presso “La Dolce Vite” in località Casa Casoni di Monteveneroso Ore 17 Ammaina bandiera