SCRIVICI

guida ufficiale della Provincia di Pavia

Le Terre dei Re

Questo itinerario intende condurvi innanzitutto attraverso i luoghi di Pavia, capitale del Regno dei Longobardi, partendo dalla riscoperta della loro arte attraverso il reimpiego dei loro materiali monumentali nelle età storiche successive. 
Un percorso di visita lungo le vie e alla ricerca degli edifici che evocano la presenza di questa antica popolazione nella loro antica capitale, per giungere alle recenti espressioni culturali e artistiche che ad essa si sono ispirati per raccontare la storia della città.

Il nostro viaggio parte dunque da Pavia, una città che – segretamente – toglie il fiato. Segretamente: in segreto.

Pavia è davvero città segreta, appartata, nascosta, accessibile solo a chi si metta in cerca di lei, e sappia trovare quel segreto custodito. E poi lasciare la città, per perdersi lungo le strade delle altre nobili terre dell’agro pavese, fino al complesso monumentale visconteo della Certosa, luogo della meraviglia, e poi in cammino verso il Po, sino a Santa Cristina, ai principeschi castelli di Belgioioso e Chignolo Po, alle antichissime sorgenti termali di Miradolo Terme, alla regia Corteolona, a San Zenone ed Arena Po, le terre fluviali care a Gianni Brera, e scoprire a ogni passo natura e memoria.

Scarica la guida

Pavia

Una visita a Pavia costituisce un’importante occasione per ripercorrere un momento decisivo della storia d’Italia: non si può infatti dimenticare che al suo apogeo il regno dei Longobardi inglobava quasi tutta la Penisola, fatta eccezione per le estreme propaggini della Puglia, della Calabria, della Sardegna e della Sicilia, rimaste bizantine, e la città di Roma, sotto il controllo del Papa.

Certosa Di Pavia

La Certosa di Pavia era un grandioso monastero di monaci certosini situato oggi nell’omonimo comune a pochi chilometri da Pavia, ed era posto sul limitare ultimo della vasta riserva ducale di caccia del Parcodel Castello Visconteo. Oggi si compone innanzitutto del Santuario della Beata Vergine Maria Madre delle Grazie, del Chiostro rande e piccolo e del Palazzo Ducale al cui interno è visitabile il Museo della Certosa.

Sant'alessio Con Vialone

In suggestiva posizione isolata nelle campagne del piccolo comune di Sant’Alessio con Vialone, sorge un Castello a pianta quadrata con corti quadrate concentriche e un’alta torre sormontata da un loggiato con evidenti funzioni militari di avvistamento. Dal Castello si accede alla nota Oasi naturalistica di Sant’Alessio, istituita nel 1973 come centro per l’allevamento e la reintroduzione in natura di animali selvatici, anche non autoctoni.

Corteolona

A Corteolona, re Liutprando (712-744) fece costruire una fastosa residenza reale, abbellita da marmi, colonne e mosaici preziosi che fece arrivare apposta da Roma. Il Palazzo si trovava nei pressi dell’attuale cascina Castellaro. Anche dopo la caduta dei Re longobardi, il Palazzo di Corteolona continuò a essere frequentato dai sovrani carolingi e del Regno Italico.

Santa Cristina E Bissone

Santa Cristina era già ricordata nella più antica relazione di viaggio che menzioni la Via Francigena: l’itinerario di Sigerico del X secolo. La rilevanza spirituale e logistica di Santa Cristina era dovuta alla presenza di un importante Monastero (Via Dante) di cui oggi sono riconoscibili l’impianto medievale e i rimaneggiamenti secenteschi. All’interno di una bifora gotica, sono ancora presenti quattro colonnine con capitelli dell’VIII secolo, originariamente provenienti dal palazzo regio di Corteolona.

Inverno E Monteleone

Il complesso del Castello quattrocentesco di Inverno e Monteleone fu fondato dai Cavalieri Ospedalieri all’epoca delle Crociate. Presenta un impianto rettangolare, con cortile centrale, torri agli angoli, fossato e rivellino.

Miradolo Terme

Le Saline di Miradolo sono documentate sin dal X secolo e venivano utilizzate per la produzione di sale da cucina. Nel 1511 Luigi XII di Francia, preso possesso dello Stato di Milano, riconobbe ufficialmente le proprietà medicamentose delle acque saline, analizzate e studiate scientificamente solo nel corso del Settecento.

Arena Po

Il Castello di Arena Po, oggi proprietà privata, domina il fiume. L’edificio attuale ha subito numerosi rimaneggiamenti ma conserva ancora ampie tracce della struttura duecentesca.

San Zenone Al Po

L’importante storia di San Zenone al Po è legata alla sua posizione alla confluenza dell’Olona con il Po. In questo luogo sin dal Medioevo transitarono eserciti e flotte fluviali, e numerosi furono gli scontri in armi. Personaggio illustre di questa terra di fiume fu Gianni Brera, giornalista sportivo e scrittore nei cui scritti San Zenone e il Po tornano spesso legati ai ricordi d’infanzia.

Spessa Po

Spessa è un paese agricolo sulla riva sinistra del Po, con abitazioni e cascine sparse a grappolo nella campagna e una piazza che costituisce il centro di riferimento per i cittadini. Sembra che il nome del paese derivi dai raccolti rigogliosi (spessi) ottenuti in seguito alle opere di bonifica dei suoi terreni golenali un tempo acquitrinosi.

Belgioioso

Il Castello di Belgioioso fu fondato da Galeazzo II Visconti nella seconda metà del Trecento. Si trattava di un luogo caro alla corte ducale, che vietò la caccia nei suoi territori e vi risiedette con piacere: da qui l’origine del nome.

Castello di Chignolo Po

Il Castello di Chignolo Po è una delle fastose residenze castellane di campagna della Lombardia. La sua parte più antica è la torre, costruita come presidio sul Po e sulle vie di collegamento tra il nord Europa e l'Italia.

Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

San Pietro in Ciel d’Oro è una delle più antiche chiese pavesi e risale al regno dei Goti. La basilica conobbe il massimo splendore sotto il re longobardo Liutprando, quando accolse le reliquie di Sant’Agostino acquistate dai Saraceni in Sardegna. Esse sono conservate in uno scrigno argenteo dell’epoca di Liutprando, posto sotto l’Arca, capolavoro marmoreo scolpito nel 1362 con scene della vita del santo.

Mercato Pavese dell’Antiquariato

Il mercato dell’antiquariato, organizzato dall'Associazione Commercianti della Provincia di Pavia con il Patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Pavia, si svolge in Viale XI Febbraio e conta diversi spazi espositivi. La qualità delle merci è stata elevata al punto che in ogni manifestazione si registrano migliaia di presenze, attestandosi tra le migliori manifestazioni di antiquariato del nord Italia. Le merceologie trattate: grande selezioni di mobili antichi di area lombarda e piemontese con qualche espositore che propone arredamenti provenienti dalla Francia e dall'Inghilterra, molti stand con oggettistica di qualità, argenteria, ceramiche, porcellane, cornici e dipinti europei, alcuni operatori propongono bigiotteria e gioielleria americana e francese d'epoca. E poi ancora il modernariato, il collezionismo in tutti i settori, l'antiquariato etnico e l'archeologia medio orientale, con operatori qualificati.

Colori e Sapori del Mercatino Italiano

A corollario del mercatino dell'antiquariato e per accontentare tutti i gusti, l'Associazione Commercianti della Provincia di Pavia organizza un piccolo mercato in Viale Matteotti con prodotti alimentari tipici. Sulle bancarelle si potranno trovare prodotti tipici selezionati delle varie regioni del nord Italia con alcuni banchetti provenienti dalla Lucania, dalla Sicilia, dalla Calabria e dall'Umbria. Salumi di ogni tipo, formaggi di selezioni particolari e raffinate, dolciumi, vini, pane particolare e miele. Cornice naturale di questi eventi è il Castello Visconteo, quasi da far rivivere i fasti del XIII secolo del parco del Ducato di Milano.

Festa dì Primavera e della Protezione Civile di Albuzzano

Per tutto il giorno mercatino per le vie del centro, Luna Park e giro a cavallo per bambini. Dalle 10 alle 18 presso il municipio esposizione su “Interventi della Protezione Civile”. Dalle 15,00 in Piazza del municipio Esposizione di mezzi della Protezione civile e dimostrazioni di intervento. Dalle 16,30 musica con i NO NAME.

Visite guidate al Cimitero Monumentale di Pavia

Visite guidate al Cimitero Monumentale di Pavia, un’imperdibile occasione per conoscere alcuni dei capolavori che sono contenuti in questo grande contenitore di arte e storia. Le seguenti del tour: Famedio, Corridoi perimetrali, Lapidi in maiolica, Monumento centrale ai caduti, Tempio Socrem. DURATA: 2 h circa. COSTO: 5 euro a persona, max 25 partecipanti a visita. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: visiteguidate@vieniapavia.it / 3755709240. RITROVO: davanti all'ingresso principale del Cimitero Monumentale, in Via San Giovannino

Sua Maestria: il nuovo salone dedicato ai ‘maestri’ artigiani

Una nuova iniziativa tutta dedicata alle botteghe artigiane che si inaugura al Palazzo Esposizioni di Pavia dal 26 al 28 aprile. Sua Maestria è la prima edizione di un Salone dell’Artigianato Artistico e d’eccellenza: una vetrina per le opere di più di 50 artigiani pavesi che lavorano il vetro, i tessuti, la ceramica, il legno, l’oro e tanti materiali diversi per farne manufatti di pregio o creazioni innovative. Sua Maestria sarà un viaggio attraverso un sapere antico e nuovissimo insieme, dove il sapere delle mani porta con sé tradizioni antiche ma anche conoscenze che trasformano il presente in futuro.

Corsa podistica libera nel Parco Visconteo Feudo Mezzabarba Borgarello

Siamo alla seconda edizione di "StraNaviglio", corsa podistica ludico-motoria "competitiva e a passo libero" nel Feudo Mezzabarba del Parco Visconteo . Organizzata nell'ambito delle attività dei Comuni dei Borghi del Naviglio Pavese: Zibido San Giacomo, Binasco, Casarile, Rognano, Giussago, Vellezzo Bellini, Certosa di Pavia e Borgarello, con il supporto di Atletica Certosa, Giovani del Pavese, Comitato Marce, Pro Loco Binasco e Comitato Villa in Comune. L'assistenza è garantita da Croce Bianca Milano, Sez. di Giussago, gli Info-Point e Ristoro disseminati lungo tutto il percorso. Corsa podistica libera nel Parco Visconteo, circuito 6-10 km, inserita nel calendario Comitato Marce, abbinata a Sempre in Marcia, tessera kilometrica. Competitiva ore 9, partenza libera dalle 8 alle 9 da Villa Mezzabarba Borgarello, con arrivo nello stesso sito e rinfresco finale. Premi individuali di categoria, per gruppi e classe scolastica più numerosa.

Donna Vagabonda in viaggio

Mostra personale di Eliana Intruglio presso lo Spazio Giovani, Via Paratici 25 a Pavia. L'obiettivo di questa esposizione è quello di mostrare il mondo e le mete più belle visitate da Donna Vagabonda, alias Eliana Intruglio, attraverso la macchina fotografica. Eliana Intruglio è una travelblogger e travelphotographer che viaggia da anni per scoprire le bellezze del nostro Pianeta e che cerca di raccontarle attraverso due modi: il blog Donnavagabonda.com la fotografia. Questa mostra fotografica vuole veicolare un messaggio di bellezza e di umanità: attraverso 25 scatti si ripercorrono le tappe più significative di cinque viaggi in due diversi continenti, mostrando le meraviglie di Paesi esotici e luoghi più vicini. L'evento è totalmente gratuito, ad entrata libera. All’interno della Mostra potrete conoscere l’autrice e acquistare le fotografie esposte. Inoltre, avrete la possibilità di conoscere Alice Bondio, consulente di viaggio: insieme a lei potrete cogliere l’opportunità di vincere un fantastico viaggio a Dubai e alle Mauritius. Di seguito, il programma: SABATO 27 APRILE -Ore 10:00 - Apertura della Mostra -Ore 11:00 - Presentazione delle Opere ed incontro con l'autrice -Ore 18:00 - Chiusura della Mostra DOMENICA 28 APRILE -Ore 10:00 - Apertura della Mostra -Ore 18:00 - Chiusura della Mostra

Bombe su Pavia. 1940-1945. Tour per la Città

A 75 anni dal bombardamento che danneggiò il Ponte Coperto, Sabato 27 aprile alle 15.30, Oltre Confine realizza una visita guidata nella Pavia colpita dalle incursioni aeree della Seconda Guerra Mondiale, tra i luoghi che furono teatro dei massicci bombardamenti sulla Città. Verranno illustrate le ragioni tattico-militari alla base di tali devastazioni e le modalità con cui gli Alleati pianificarono le azioni aeree su Pavia. Il tour introdurrà i visitatori alla comprensione anche di quali fossero, in quei terribili anni di guerra, le condizioni di vita della popolazione civile, tra allarmi, sirene e rifugi antiaerei, tra edifici abbattuti, ricostruzioni, oscuramenti e coprifuoco. La durata della visita è di 2 ore, il costo è di 6 euro a persona. Il ritrovo è davanti all'ingresso esterno dei Musei Civici di Pavia (ingresso da Viale XI Febbraio 35). La prenotazione è obbligatoria: visiteguidate@vieniapavia.it / 3755709240.

La Città delle 100 Torri

Rivivere il Medioevo al Castello Visconteo di Pavia Due giorni di Rievocazione nel Castello di Pavia e nei suoi giardini, che si animeranno grazie al torneo in armatura, agli spettacoli di scherma artistica, ai giochi, alla battaglia e altro ancora.

C’era un Volta a Pavia - Visite guidate teatralizzate

Alessandro Volta in persona accompagnerà i visitatori lungo le tracce della sua lunga permanenza a Pavia: dall'Università al Teatro Fraschini, passando per il cuore della città. Il tour ripercorrerà i luoghi-simbolo in cui visse e lavorò l'illustre scienziato lariano, chiamato a Pavia da Sua Maestà l'imperatrice Maria Teresa d'Austria nel 1778; fulcro dell'itinerario saranno i cortili storici universitari, la celebre Aula Volta dell'Ateneo e anche una presentazione di fronte al Teatro Fraschini, per raccontare le vicende professionali e amorose che legarono lo scienziato alla sua Università e alla cantante lirica Marianna Paris. DURATA: 1.30 h, due turni: ore 15.00 e 17.00 COSTO: 10 euro a persona, gratuito fino ai 6 anni compiuti PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: visiteguidate@vieniapavia.it / 3755709240 RITROVO: Corso Strada Nuova 65, ingresso Università Centrale

Officinalia al Castello di Belgioioso

Dal 27 aprile al 1° Maggio torna al Castello di Belgioioso "Officinalia", la storica manifestazione dell’alimentazione biologica, biodinamica e dell’ecologia domestica giunta alla sua 33° edizione. Potrete chiudere gli occhi e sentire i profumi che man mano si susseguono nelle varie sale e senza più riuscire a fermarsi: la fragranza del pane, il profumo dell’olio, il sapore del miele, la dolcezza dell’aceto balsamico, la morbidezza della maglia in bambù, l’aroma delle essenze del legno…. vi condurranno in un percorso sensoriale unico e piacevolissimo. Un rimando a ricordi di gusto e di piacere perché Officinalia è tutta da gustare e da godere!

Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Bernardino Lanzani, San Nicola da Tolentino con un donatore

Al via la nuova edizione di Uno:Uno. A tu per tu con l’opera, l’iniziativa dei Musei Civici e dell’Associazione Amici dei Musei e Monumenti Pavesi, realizzata in collaborazione con l’Istituto di Studi Superiori Musicali Franco Vittadini. Grazie al contributo di Fondazione Cariplo, da aprile a dicembre, presso il Castello Visconteo, si svolgeranno appuntamenti con cadenza mensile che permetteranno di valorizzare il ricco patrimonio culturale dei Musei Civici. Dal 2014, anno in cui si è svolta la prima edizione, Uno:Uno. A tu per tu con l’opera è diventato un appuntamento fisso e consolidato che ha conquistato crescente interesse e partecipazione di un pubblico di appassionati. Grazie al contributo di studiosi, esperti e storici dell’arte, attraverso approfondimenti specialistici, ma fruibili da tutti, di volta in volta sarà possibile scoprire opere d’arte degne di nota, provenienti dalle collezioni museali o dai depositi, una riserva preziosa per lo sviluppo della conoscenza del patrimonio storico-artistico della città. Obiettivo è favorire il rapporto diretto tra il visitatore e l’opera, privilegiando la fruizione “slow”, attraverso le differenti chiavi di lettura proposte dagli esperti. Il primo appuntamento è fissato per domenica 28 aprile alle ore 16.00 presso i Musei Civici di Pavia e sarà dedicato all’opera di Bernardino Lanzani, San Nicola da Tolentino con un donatore, a cura del professor Marco Tanzi, ordinario di Storia dell’arte moderna all’Università del Salento (Lecce), noto studioso di arte lombarda rinascimentale. L’opera inedita, di proprietà privata, sarà presentata al pubblico grazie al deposito, recentemente ufficializzato presso i musei pavesi. La tavola rappresenta san Nicola da Tolentino con un donatore. Il 14 novembre 1503, il nobile Benedetto Berzio, esponente di una famiglia piacentina di mercanti di lana e di tessuti pregiati, giunta a Pavia nel 1422, commissionò al pittore in voga a quell’epoca, Bernardino Lanzani, originario di San Colombano al Lambro, un'ancona in forma di trittico corredata di cimasa e ante di chiusura, la cui quietanza di pagamento risulta datata 1506. L’opera che verrà messa sotto i riflettori, presumibilmente una tavola di quel trittico, appare raffinata nell’esecuzione e nella resa cromatica, dai toni luminosi che donano eleganti trasparenze al soggetto,: caratteri tipici della produzione dell’artista, al quale dunque la tavola è attribuibile con certezza. La conferenza sarà accompagnata da un intrattenimento musicale a cura dell'Istituto di Studi Superiori Musicali Franco Vittadini, tenuto da Giulia Cerboni al flauto e da Matteo Stella al pianoforte, che eseguiranno una sonata di Benedetto Marcello (1686-1739). L'iniziativa è aperta al pubblico al costo simbolico di 1 euro: un piccolo contributo alla salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della città (gratuito per i possessori della MY MUSEUM CARD, dell’Abbonamento Musei Lombardia e per i soci dell’Associazione Amici dei Musei e Monumenti pavesi). Ritrovo presso la biglietteria dei Musei Civici , viale XI febbraio 35, alle ore 16.00 senza bisogno di prenotazione. Per informazioni: Progetti Società cooperativa 0382.530150 info@progetti.pavia.it