SCRIVICI

guida ufficiale della Provincia di Pavia

Le Terre dei Re

Questo itinerario intende condurvi innanzitutto attraverso i luoghi di Pavia, capitale del Regno dei Longobardi, partendo dalla riscoperta della loro arte attraverso il reimpiego dei loro materiali monumentali nelle età storiche successive. 
Un percorso di visita lungo le vie e alla ricerca degli edifici che evocano la presenza di questa antica popolazione nella loro antica capitale, per giungere alle recenti espressioni culturali e artistiche che ad essa si sono ispirati per raccontare la storia della città.

Il nostro viaggio parte dunque da Pavia, una città che – segretamente – toglie il fiato. Segretamente: in segreto.

Pavia è davvero città segreta, appartata, nascosta, accessibile solo a chi si metta in cerca di lei, e sappia trovare quel segreto custodito. E poi lasciare la città, per perdersi lungo le strade delle altre nobili terre dell’agro pavese, fino al complesso monumentale visconteo della Certosa, luogo della meraviglia, e poi in cammino verso il Po, sino a Santa Cristina, ai principeschi castelli di Belgioioso e Chignolo Po, alle antichissime sorgenti termali di Miradolo Terme, alla regia Corteolona, a San Zenone ed Arena Po, le terre fluviali care a Gianni Brera, e scoprire a ogni passo natura e memoria.

Scarica la guida

Pavia

Una visita a Pavia costituisce un’importante occasione per ripercorrere un momento decisivo della storia d’Italia: non si può infatti dimenticare che al suo apogeo il regno dei Longobardi inglobava quasi tutta la Penisola, fatta eccezione per le estreme propaggini della Puglia, della Calabria, della Sardegna e della Sicilia, rimaste bizantine, e la città di Roma, sotto il controllo del Papa.

Certosa Di Pavia

La Certosa di Pavia era un grandioso monastero di monaci certosini situato oggi nell’omonimo comune a pochi chilometri da Pavia, ed era posto sul limitare ultimo della vasta riserva ducale di caccia del Parcodel Castello Visconteo. Oggi si compone innanzitutto del Santuario della Beata Vergine Maria Madre delle Grazie, del Chiostro rande e piccolo e del Palazzo Ducale al cui interno è visitabile il Museo della Certosa.

Sant'alessio Con Vialone

In suggestiva posizione isolata nelle campagne del piccolo comune di Sant’Alessio con Vialone, sorge un Castello a pianta quadrata con corti quadrate concentriche e un’alta torre sormontata da un loggiato con evidenti funzioni militari di avvistamento. Dal Castello si accede alla nota Oasi naturalistica di Sant’Alessio, istituita nel 1973 come centro per l’allevamento e la reintroduzione in natura di animali selvatici, anche non autoctoni.

Corteolona

A Corteolona, re Liutprando (712-744) fece costruire una fastosa residenza reale, abbellita da marmi, colonne e mosaici preziosi che fece arrivare apposta da Roma. Il Palazzo si trovava nei pressi dell’attuale cascina Castellaro. Anche dopo la caduta dei Re longobardi, il Palazzo di Corteolona continuò a essere frequentato dai sovrani carolingi e del Regno Italico.

Santa Cristina E Bissone

Santa Cristina era già ricordata nella più antica relazione di viaggio che menzioni la Via Francigena: l’itinerario di Sigerico del X secolo. La rilevanza spirituale e logistica di Santa Cristina era dovuta alla presenza di un importante Monastero (Via Dante) di cui oggi sono riconoscibili l’impianto medievale e i rimaneggiamenti secenteschi. All’interno di una bifora gotica, sono ancora presenti quattro colonnine con capitelli dell’VIII secolo, originariamente provenienti dal palazzo regio di Corteolona.

Inverno E Monteleone

Il complesso del Castello quattrocentesco di Inverno e Monteleone fu fondato dai Cavalieri Ospedalieri all’epoca delle Crociate. Presenta un impianto rettangolare, con cortile centrale, torri agli angoli, fossato e rivellino.

Miradolo Terme

Le Saline di Miradolo sono documentate sin dal X secolo e venivano utilizzate per la produzione di sale da cucina. Nel 1511 Luigi XII di Francia, preso possesso dello Stato di Milano, riconobbe ufficialmente le proprietà medicamentose delle acque saline, analizzate e studiate scientificamente solo nel corso del Settecento.

Arena Po

Il Castello di Arena Po, oggi proprietà privata, domina il fiume. L’edificio attuale ha subito numerosi rimaneggiamenti ma conserva ancora ampie tracce della struttura duecentesca.

San Zenone Al Po

L’importante storia di San Zenone al Po è legata alla sua posizione alla confluenza dell’Olona con il Po. In questo luogo sin dal Medioevo transitarono eserciti e flotte fluviali, e numerosi furono gli scontri in armi. Personaggio illustre di questa terra di fiume fu Gianni Brera, giornalista sportivo e scrittore nei cui scritti San Zenone e il Po tornano spesso legati ai ricordi d’infanzia.

Spessa Po

Spessa è un paese agricolo sulla riva sinistra del Po, con abitazioni e cascine sparse a grappolo nella campagna e una piazza che costituisce il centro di riferimento per i cittadini. Sembra che il nome del paese derivi dai raccolti rigogliosi (spessi) ottenuti in seguito alle opere di bonifica dei suoi terreni golenali un tempo acquitrinosi.

Belgioioso

Il Castello di Belgioioso fu fondato da Galeazzo II Visconti nella seconda metà del Trecento. Si trattava di un luogo caro alla corte ducale, che vietò la caccia nei suoi territori e vi risiedette con piacere: da qui l’origine del nome.

Castello di Chignolo Po

Il Castello di Chignolo Po è una delle fastose residenze castellane di campagna della Lombardia. La sua parte più antica è la torre, costruita come presidio sul Po e sulle vie di collegamento tra il nord Europa e l'Italia.

Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

San Pietro in Ciel d’Oro è una delle più antiche chiese pavesi e risale al regno dei Goti. La basilica conobbe il massimo splendore sotto il re longobardo Liutprando, quando accolse le reliquie di Sant’Agostino acquistate dai Saraceni in Sardegna. Esse sono conservate in uno scrigno argenteo dell’epoca di Liutprando, posto sotto l’Arca, capolavoro marmoreo scolpito nel 1362 con scene della vita del santo.

PaviArt

VII Mostra mercato di Arte Moderna e Contemporanea

I "fuori sede" a Pavia

A teatro e nella vita, combattere il cancro con l’ironia e la leggerezza dei 20 anni. È questo che fa «I fuori sede», la prima opera teatrale dedicata all’esperienza di un tumore in giovane età e liberamente ispirata alla storia vera di Giacomo, un ragazzo colpito da un tumore raro. Una commedia che narra le vicende di 10 studenti universitari che vivono nello stesso appartamento e si trovano, improvvisamente, a fronteggiare un problema devastante, ingombrante e difficile da metabolizzare. Uno di loro, Giacomo, ha un dolore a una gamba e deve sottoporsi a una visita di controllo. Il responso è di quelli che fa paura. Cancro. È l’inizio di una nuova storia, che cambia la vita di tutti: una storia non solo di sofferenza, ma anche di riscoperta dell’importanza dell’amicizia, della condivisione e del supporto. Il ricavato dello spettacolo di beneficenza sarà destinato alla realizzazione di un progetto per i pazienti pediatrici del CNAO. Biglietti disponibili sul sito: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-i-fuori-sede-54752521265

Carnevale di Pavia

CarneVall è la grande parata di carnevale della città di Pavia! Quest’anno il Carnevale di Pavia punta dritto al cuore: CarnevALL prevede che artisti, musicisti, atleti, lavorino insieme fino al 2 marzo per allestire la più bella delle parate di strada. Il motto è questo: ‘EX VOTO – UN MIRACOLO CI SALVERA”’ I vari quartieri si stanno mettendo al lavoro per realizzare il carro più bello o la migliore maschera. La novità di quest’anno è che ci sarà una premiazione finale nel cortile del Castello Visconteo. Tutti possono partecipare!

Incontri musicali al Collegio Borromeo di Pavia

Il maestro Aldo Ceccato e il giornalista Ferruccio De Bortoli daranno il via agli incontri che il Collegio Borromeo dedica alla musica. La serata s'annuncia di grande interesse a partire dalla presentazione del libro "Breve storia della direzione d'orchestra. Ieri, oggi... e domani?" (ed. Pendragon) recentemente dato alle stampe dal maestro Ceccato. Naturalmente nel corso della serata si chiacchiererà non solo di quell'operazione complessa e straordinaria che è l'esecuzione musicale ma anche e soprattutto del ruolo fondamentale che la musica ha nella nostra vita.