Nell’anno del Turismo Lento Explora, in collaborazione con Borghi più Belli d’Italia, ha realizzato un progetto speciale di promozione e comunicazione dedicato a 20 borghi storici della Lombardia per valorizzare i territori meno conosciuti e rilanciarli in chiave sostenibile favorendo esperienze di viaggio innovative, green, smart e slow. A portata di turisti stranieri e di prossimità. Un circuito di bellezza straordinariamente diffuso lungo tutto il territorioUn viaggio da Bienno a Zavattarello per scoprire insieme venti Borghi più Belli d’Italia #inLombardia, testimoni di storie “minuscole”, ma non certo minori. Circondati da paesaggi unici, custodiscono tradizione, autenticità, architetture, insospettati tesori e innumerevoli delizie gastronomiche. Da scoprire da scoprire lungo tutto l’anno. Un omaggio al turismo lento. In provincia di Pavia Fortunago e Zavattarello in Oltrepò Pavese, fanno parte del club dei Borghi piùbelli d'Italia:

 

Fortunago  

Un minuscolo borgo di origini celtiche arroccato sulla cima di un colle, per un ritorno al Medioevo. Lo compongono stradine acciottolate e case in pietra, tra boschi di roverelle e castagno. Resta una torre a memoria dell’antica rocca e un tratto di mura. Un’annuale sagra che premia i migliori produttori del Salame di Varzi dell’Oltrepò è il pretesto goloso per ammirare il bel recupero del borgo.

 
 
Una vallata sospesa nel tempo, dove la storia si legge ovunque, nel paesaggio agrario modellato dall’uomo come nei castelli, nelle antiche pievi ed abbazie. Qui sorge Zavattarello, un borgo con tradizione militare molto antica, con l’imponente rocca che sovrasta il borgo abbarbicato alla collina. Scendendo nella piazza, si possono osservare gli edifici in pietra - antiche case medievali - che conservano la struttura urbanistica originaria.