SCRIVICI

guida ufficiale della Provincia di Pavia

Verso l'Alto Oltrepò

Lasciata la pianura alle spalle, il terreno s’inerpica su e giù per le colline, sino a sapere di montagna, e addirittura di mare. L’Alto Oltrepò è, infatti, un piccolo territorio a cui si giunge percorrendo la Valle Staffora alla quale si collegano le Valli Ardivestra e Nizza.
Il paesaggio è collinare, caratterizzato da suggestivi borghi medievali, castelli, rocche e dimore patrizie, ma anche da una natura che invita alle passeggiate nei boschi, alle escursioni, al trekking.

Moltissimi gli agriturismi, le trattorie, i ristoranti che sembrano non voler lasciare andar via i viaggiatori.
Un viaggio nell’Alto Oltrepò è infatti anche un viaggio nella ghiotta gourmandise di una cucina rurale e opulenta: agnolotti alla vogherese, ravioli alla varzese, malfatti di bietole, risotto con i fegatini di pollo, peperonate, bolliti con la mostarda, brasato di manza, salumi (salame di Varzi, pancetta, coppa, cotechini, sanguinacci), funghi, tartufi, pane, frutta, miele, torte di mandorle a pasta dura, “ossa dei morti” e biscotti a forma di bambolina (Büsélâ) e – naturalmente – vino.

Qui, come scriveva Cesare Angelini, l’aria ha il dolce dell’uva e del mosto.

Ricordiamo che afferiscono a questo itinerario due comuni che fanno parte del club de “I Borghi più Belli d’Italia”: Zavattarello e Porana (frazione di Pizzale), quest’ultima al di fuori di questo itinerario e a pochi chilometri da Voghera, sulla bretella Voghera-Pavia

Scarica la guida

Voghera

Voghera, posta nel luogo in cui termina la pianura ed iniziano i rilievi, in epoca romana si trovava sul limite tra le regioni augustee dell’Emilia e della Liguria. Anche il fiume che la attraversa, lo Staffora, prende il nome dal vocabolo longobardo Stafula, usato per indicare i cippi confinari che segnavano i confini tra le diocesi di Piacenza e di Tortona.

Retorbido

Noto in età romana con il nome di Litibium, il borgo di Retorbido fu donato dal re longobardo Liutprando al monastero pavese di San Pietro in Ciel d’Oro.

Rivanazzano Terme

A pochi chilometri da Voghera nelle vicinanze del torrente Staffora, si incontra il paese di Rivanazzano Terme. La località è conosciuta per essere sede di un attrezzato stabilimento termale.

Godiasco Salice Terme

In questa rinomata località di villeggiatura, sitrovano ben due stabilimenti termali: le Terme di Salice e le Terme President. Le acque di Salice hanno origine in profondità, in bacini sotterranei di origine marina e da sorgenti sulfuree.

Cecima

In località Ca’ del Monte si trova l’Osservatorio Astronomico “G. Giacomotti”, che svolge interessanti attività di ricerca, (in collaborazione con enti nazionali ed esteri), didattica e divulgazione attraverso visite guidate, conferenze ed eventi culturali.

Ponte Nizza

Nel territorio di Ponte Nizza sorge l’Abbazia di Sant’Alberto da Butrio, fondata dal santo eremita nell’XI secolo sulla sommità di uno sperone calcareo, e costituitasi ben presto in reclusorio benedettino.

Bagnaria

Arroccato in posizione panoramica sul versante destro della valle, Bagnaria conserva tuttora il suo fascino di borgo medievale, con le case in pietra grigia e le vie strette e tortuose che si inerpicano sino al sagrato della chiesa romanica di San Bartolomeo.

Varzi

Il tempo sembra essersi fermato in questo antichissimo borgo d’impianto medievale: le torri, le chiese, i portici, il castello, le porte Soprana e Sottana, e i due Oratori secenteschi delle confraternite dei Bianchi e dei Rossi suscitano un fascino incomparabile.

Santa Margherita Staffora

ll territorio comprende numerose frazioni, gli ambienti sono diversificati, con caratteristiche naturalistiche interessanti e una ricca varietà faunistica.

Brallo Di Pregola

Brallo di Pregola sorge nel cuore dell’Appennino al confine con le province di Piacenza, Genova, Alessandria e proprio per questo motivo la zona viene definita “delle quattro province”, luogo di incontro di tradizioni, culture e dialetti differenti.

Menconico

Posto ai piedi del Monte Penice, questo antico possedimento dell’Abbazia di San Colombano di Bobbio passò nell’alto Medioevo ai Malaspina e poi ai Duchi di Milano. Oltre alla settecentesca chiesa parrocchiale dedicata a San Giorgio, merita una visita il santuario della Beata Vergine, edificato sulla sommità del Monte Penice (1460 m s.l.m.), da cui si gode un vastissimo panorama.

Romagnese

Romagnese si presenta con le caratteristiche del borgo medievale. Il casato dei Dal Verme governò questi territori e fece erigere il trecentesco Castello.

Zavattarello

Zavattarello è uno dei paesi più affascinanti della provincia di Pavia e fa parte del Club dei Borghi più Belli d’Italia.

Valverde

Incastonata fra l’alta Val di Nizza e l’alta Val Tidone questa località presenta ancora aspetti di natura selvaggia e incontaminata con un clima tipicamente montano.

Val Di Nizza

Il borgo di Oramala, nel territorio comunale di Val di Nizza, è uno dei luoghi più suggestivi dell’Alto Oltrepò.

Montesegale

Il castello trecentesco, sorto sulla preesistente rocca del XII secolo, domina dall’alto il paese e si presenta come un austero complesso di corti e corpi di fabbrica stratificatosi nel corso dei secoli e cinto da mura merlate provviste di massicce torri quadrate.

Carnevale di Varzi

Tutti pronti per festeggiare il Carnevale di Varzi in Oltrepò Pavese. Sfilata, musica, maschere, spettacoli di strada! Domenica 3 marzo 2019 dalle 14:30 con partenza da Piazza della Fiera sfilata dei carri allegorici Lunedì 4 marzo e sabato 9 marzo 2019 la festa continua e si balla alla Rive Gauche. (Foto A. Di Tomaso)

"Le Sommelier" la grande comicità al Teatro Dardano

Torna la grande comicità al Teatro Dardano! Un duo di eccezionale talento che, dopo aver cavalcato le scene di teatri e piazze dell’intera Europa, è approdato sul palco del rinomato Cirque du Soleil per lo spettacolo Allavita! creato appositamente per Expo 2015. I Freakclown portano a MontùBeccaria una delle loro produzioni di maggior successo: Le Sommelier, una degustazione ad alto tasso di comicità. I due si trasformano in improbabili sommeliers, dando vita ad uno spettacolo che mischia musica dal vivo, strumenti originali ed unici, acrobatica, magia e poesia. Tra battute surreali e virtuosismi enologici i Freakclown vi porteranno nel magico mondo del vino. Volete una piccola anticipazione? Seguite il link qui sotto per avere qualche pillola in anteprima! https://www.youtube.com/watch?v=2kIQxJeJLC0 Le sommelier Uno spettacolo di circoteatro di e con Alessandro Vallin e Stefano Locati Regia Philip Radice Creazioni luminose Tommaso Tagliabue Creazioni sonore Luca De Marinis Montù Beccaria, 23 febbraio 2019 ore 21.00 Ingresso € 10.00 Info e prenotazioni presso: Fiorista Montù Beccaria - Sig.ra Anna Alimentari Fiore – Montù Beccaria Associazione del Teatro Tel. 339 6547579 - 331 7513044

Uomini e Lupi: il lupo tra credenze e realtà

Presso l'Osservatorio astronomico Loc. Cà del Monte di Cecima in Oltrepò Pavese escursione notturna con la speciale attività di “Wolf Howling” (Ululato indotto” con strumenti professionali). Tramite sessione esterna, si cercherà di indurre le risposte di eventuali branchi presenti nell'arco di alcuni km. In seguito al telescopio Osservazione del Cielo. Percorrendo i sentieri che circondano l’Osservatorio Astronomico, illuminati dalle ultime luci del tramonto, alla scoperta di uno dei mammiferi più misteriosi della fauna dell’Oltrepò pavese, il Canis Lupus o comunemente detto Lupo. Nella notte del Guardamonte con il naturalista Marco Ciccolella, guida dell’Associazione naturalistica “Volo di Rondine”, parleremo delle abitudini, dei luoghi e dei segnali di questo fantastico animale, capace di correre a oltre 50 chilometri orari, ottimo nuotatore, con una visione notturna eccezionale e un olfatto iper-sviluppato. Temuto dai più, scopriremo invece quanto il lupo sia una componente fondamentale per il mantenimento dell’ecosistema. Ripercorrendo i sentieri nella fresca serata collinare, cercheremo di capire come possa adattarsi all’ambiente del nostro Oltrepò rimanendo però sempre uno tra i più eccezionali predatori naturali. Dopo una breve presentazione, nella seconda parte della serata potremo godere della bellezza del cielo dell’Oltrepò, ancora puro e poco contaminato; impareremo a riconoscere insieme le costellazioni e potremo osservare al telescopio alcuni tra i più affascinanti oggetti celesti visibili in questo periodo. Avviso importante: Si ricorda che i posti disponibili sono limitati, la prenotazione è obbligatoria. Si consiglia inoltre di dotarsi di abbigliamento adeguato soprattutto per l'attività all'aperto (felpa o giacca a vento, scarpe da ginnastica o da trekking). Si sconsiglia l'uso di giacche o felpe con "cappuccetti rossi" :-) Contributo di partecipazione: Attività astronomica e naturalistica: Ingresso adulti (a partire da 13 anni compiuti): 13 euro - Ingresso ridotto junior (dai 6 ai 13 anni): 8 euro Ingresso bambini (sotto i 6 anni): 2 euro In caso di maltempo o cielo nuvoloso, l'attività dell'Osservatorio astronomico avrà comunque luogo. Le osservazioni verranno sostituite con la proiezione di filmati astronomici, immagini di oggetti del profondo cielo e simulazioni della volta celeste sotto la grande cupola centrale del Planetario. Il programma delle attività potrà subire variazioni dovute a necessità organizzative Per informazioni e prenotazioni: Segreteria - Planetario e Osservatorio Astronomico (Loc. Cà del Monte, Cecima, PV), dal martedì al sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30 N.B. In caso di mancata risposta o per telefonate ricevute in orari esterni a quelli indicati, sarete richiamati appena possibile telefono: 3277672984 – 3272507821 e-mail: osservatorio@osservatoriocadelmonte.it Le prenotazioni via mail saranno ritenute valide solo se inviate entro 24 ore dall’inizio delle attività e se confermate, da specifica mail di conferma dalla Segreteria. Per comunicazioni urgenti fare riferimento ai recapiti telefonici.

Miki & The Red Rockets al Teatro Cagnoni di Godiasco

Al Teatro Cagnoni di Godiasco La Parrocchia del Blues anticipa l’euforia dell’imminente carnevale con una serata di Rock’n’roll e balli in compagnia di Miki and The Red Rockets. La band propone un repertorio che comprende un po’ tutti i grandi protagonisti del R’N’R americano dei mitici anni 50', da Elvis, Jerry Lee Lewis, Eddie Cochran, Jhonny Burnette a Gene Vincent Chuck Berry e Little Richard. Non mancano le suggestioni più hillybilly, e western di Johnny Cash e qualche mirata digressione nel blues afroamericano. La band, grazie all’evocativa e versatile voce di MICHELA LOPREVITE, non manca d’omaggiare anche artisti più moderni, della scena Rockabilly, come la vocalist Irlandese, Imelda May, o gli Stray Cats, permettendo alla band di spaziare tra i vari autori ed interpreti con grande disinvoltura, coniugando rigore stilistico con personalità e suono originale. FRANCESCO REBORA, giovane talento tra i più promettenti della scena Blues e rock ligure, grazie ad un’attenta scelta dei suoni, caratterizza il sound riportando l’ascoltatore alle atmosfere sonore dei fifties. Completano il line up della band ALBERTO MALNATI, contrabbassista di estrazione jazzistica, (ha collaborato con grandi jazzisti americani e con lo chansonnier Giorgio Conte), e GIOVANNI DALL’ASEN, solido drummer della scena rock genovese.