Situato sul lato destro della chiesa, è un gioiello dell’architettura romanica paleocristiana.
La cripta è orientata come tutte le chiese preromaniche e romaniche ed è divisa in tre navatelle da quattro colonne cilindriche in pietra e da quattro pilastri in laterizio, di epoca più tarda. Il muro che la chiude sul lato occidentale, verso il chiostro, le quattro colonne in mattoni e parte...
“Il prete della risaia” fu definito Padre Francesco Pianzola, (Sartirana 1881- Mortara 1943) alla vigilia della Beatificazione (4 ottobre 2008), per la passione di annunciare il Vangelo nella sua terra, tra i dimenticati della campagna e delle fabbriche e per quella predicazione itinerante che lo...
La chiesa cattedrale fu fondata in età longobarda, con largo impiego di materiali risalenti all’epoca romana. Sin dal Medioevo si componeva di due chiese gemelle, dedicate a Santo Stefano e a Santa Maria Del Popolo. Alla fine del Quattrocento iniziò la fabbrica del Duomo rinascimentale, al cui...
La Chiesa di Santa Croce fu la chiesa madre dell’Ordine Mortariense, eretta nell’anno Mille fuori delle mura del borgo e ricostruita nel 1596 su progetto di Pellegrino Tibaldi, il Pellegrino, architetto che disegnò anche l’Almo Collegio Borromeo di Pavia, tra i più imponenti del capoluogo. A...
La Chiesa fu eretta all'inizio del XVI secolo in seguito ad un'apparizione mariana in quel luogo, ove già sorgeva una cappella votiva dedicata alla Vergine. La Madonna apparve nel 1465 ad una pastorella muta, la guarì e le chiese di far costruire a suo nome un Santuario, a protezione di tutto il...
Il Santuario, noto come chiesa di Santa Maria della Pertica, fu costruito nel 1440 nelle attuali forme gotico lombarde. All'interno, fra le molte opere d'arte si segnalano le prime prove pittoriche, tra cui una pregevole Pietà, di Giovan Battista Crespi detto il Cerano, la pala d'altare...
L'Ossario, edificato per pubblica sottoscrizione su progetto dell'architetto Giuseppe Sommaruga, fu inaugurato il 30 maggio 1893. Ha una base quadrata e presenta un robusto zoccolo a tre scalini che sorregge una torrezza cubica su cui s'innalza la cupola a fregi sormontata da un obelisco. La...
Originariamente ostello dei pellegrini diretti a Roma per l’acquisto delle indulgenze, è un importante testimonianza storica sia per l’architettura, che mostra qui gli elevati livelli raggiunti nel Medioevo dall’arte lombarda del cotto, sia per le opere conservate al suo interno tra cui il ciclo...
Il monastero di Santa Cristina presso Corteolona viene fondato, sotto la denominazione di monastero di Sant'Anastasio, da re Liutprando nella prima metà dell'VIII secolo; solo dal secolo IX assume la denominazione di Santa Cristina. Il monastero riceve nei secoli centrali del medioevo numerose...
La Chiesa fu edificata nella seconda metà del XII secolo per accogliere le spoglie di San Teodoro, antico vescovo di Pavia e patrono dei pescatori, dei barcaioli e dei commercianti che vivevano in questa zona della città. All’interno si segnala il bellissimo affresco di Bernardino Lanzani del...
La tradizione vuole che sia stata costruita con voto popolare dopo la peste del XV secolo, ma l’affresco ritrovato nel 2000 in uno dei vani che portano all’organo sarebbe, secondo gli studiosi, antecedente all’epidemia.
È carica di suggestioni e delicatezza fin dalla facciata col portale in cotto la chiesetta di San Pietro, a Robbio; dentro, le tre navate racchiudono affreschi sia sull’abside sia sui pilastri che riportano alla ricerca del silenzio e al culto dei santi molto diffuso in zona. Tra quelli più...
Deriva da un’antichissima pieve, che si dice esisteva già attorno all’anno Mille. ...
Posta sulla Via Francigena, la splendida chiesa di San Lazzaro, fondata con l’attiguo ospedale nel 1157 ed edificata nelle forme attuali all’inizio del XIII secolo, fu uno dei più antichi lebbrosari d’Italia. La facciata a capanna presenta tutti gli elementi architettonici tipici del romanico,...
San Pietro in Ciel d’Oro è una delle più antiche chiese pavesi e risale al regno dei Goti. La basilica conobbe il massimo splendore sotto il re longobardo Liutprando, quando accolse le reliquie di Sant’Agostino acquistate dai Saraceni in Sardegna. Esse sono conservate in uno scrigno argenteo dell...
La basilica di San Lorenzo splende già di suo dalla facciata gotica di una raffinatezza che fa onore a Bartolino da Novara, che la disegnò sul finire del 1300, così come all’interno a tre navate stupisce l’elevato numero di opere di pittori che hanno fatto la storia dell’arte italiana.
La città di Mortara è rinomata per le sue molte chiese e basiliche, tra le quali spicca per importanza storica l’Abbazia di Sant’Albino (VIII secolo), lungo la Via Francigena. Oggi dell’Abbazia rimangono la chiesa, con gli affreschi quattrocenteschi e l’elegante portico rinascimentale, il...
L’Ordine Agostiniano promuove presso la basilica di S. Pietro in Cieldoro a Pavia, ove sono custoditi i resti mortali del vescovo e dottore della Chiesa S. Agostino, un Centro Culturale Agostiniano, intitolato al Sommo Pontefice Benedetto XVI, a motivo della particolare incidenza del pensiero e...
L’edificio si trova a Valle Salimbene, nel Pavese meridionale. Dal 1871 la Frazione di Motta San Damiano fu aggregata al Comune di Valle Salimbene, che anticamente fu territorio autonomo. In epoca viscontea si trovava sulla strada riservata ai duchi di Milano, che univa il parco del Castello di...