• Villages

Borgarello

Where
Borgarello PV
Contacts

Borgarello si trova nel Pavese, nella pianura a nord di Pavia, lungo il Naviglio Pavese. In epoca viscontea fu incluso nel Parco Nuovo, vasta tenuta di caccia tra il Castello di Pavia e la Certosa.


Il Parco Visconteo

Anticamente Barco (Barcho Vecchio) di Pavia, con un'ampiezza di 14 km2e un perimetro di 15 km, fu voluto da Galeazzo II Visconti dopo il 1360. Recintato con un muro di mattoni alto 4 braccia (due metri e mezzo), si estendeva dalla città verso nord sino a Cantone delle Tre Miglia (Borgarello), San Genesio e Due Porte.

Una trentina d'anni dopo, il successore Gian Galeazzo ampliò il Parco sino a 22 km2, estendendolo verso Nord da tre a cinque miglia e costruì un nuovo muro, a proseguimento del primo, a racchiudere Torre del Mangano, Porta d'Agosto, Ponte Carate e Porta Chiossa. Il muro di cinta fu completato intorno al 1399: lungo quasi 25 km, aveva uno spessore di tre teste di mattone (quasi 90 cm), fondamenta profonde due braccia (circa m 1,25), era alto 4 braccia (due metri e mezzo) e terminava con un tettuccio alto un altro braccio.

Alla costruzione e alla manutenzione del Parco furono necessarie massicce opere di sistemazione idraulica, opere di fine ingegneria, che come i Navigli milanesi anticiparono l'opera di Leonardo. Il parco era ricco di boschi, di querce, castagni, ontani e olmi. Un grande giardino di caccia, dai paesaggi magicamente intrecciati di natura e di artificio, nel quale persino i nomi dei luoghi vennero cambiati e quasi tutte le tracce più antiche si persero per celebrare le opere e le glorie della nuova famiglia di Signori, eccettuati solo il nome di Borgarello e le dediche delle due chiese di Borgarello e di Torre del Mangano a due "santi guerrieri": l'una a San Martino di Tours, santo legato ai pellegrinaggi, l'altra a San Michele (dedicazione tradizionalmente legata alla storia del Longobardi). Le porte del Parco conservano ancora il loro nome, a distanza di oltre sei secoli, mentre le tracce di dedicazioni più antiche sono sepolte e scomparse.

Dopo Ludovico il Moro (1500) iniziò la decadenza del Parco. Dopo la battaglia di Pavia (1525), nel muro di cinta furono aperte numerose brecce, e poi ampi tratti di muratura caddero o furono asportati dai contadini per reimpiegarne i mattoni, sino alla sua totale demolizione.


Il Naviglio Pavese

Iniziato nel XVI secolo dagli Spagnoli e poi interrotto, il progetto fu ripreso in età napoleonica e ultimato sotto il governo austro-ungarico nel 1819. Fino all’ultimo dopoguerra fu importante come canale di irrigazione e come via di navigazione; chiatte trainate da cavalli trasportavano allo scalo milanese di Porta Ticinese la ghiaia del Ticino (e occasionalmente anche passeggeri disposti a un viaggio piacevole, ma lungo un’intera giornata). La navigazione era favorita dalla lievissima pendenza e dalla presenza di conche – di concezione leonardesca – per superare i dislivelli. 

L’Alzaia, che costeggia il Naviglio, nei documenti dei secoli XV e XVI, era detta “la stradella del Duca” o “ stradella del Signore”. Fino a tempi recenti, dove ora è situato il ponte, un muretto in granito delimitava l’affaccio da Borgarello sull’Alzaia: il cosiddetto “sasso”. Da qui il modo di dire locale “d’la Rüsa al Sass” per indicare i due limiti estremi est e ovest del paese. 

Lungo l'Alzaia del Naviglio Pavese scorre la ciclabile che  da Milano conduce, seguendo le acque del fiume per 30 km, alla Certosa di Pavia e con altri 6 km al centro storico di Pavia.


Cascina Repentita

Vestigia dell'antico Parco Visconteo sono ancora visibili presso la Cascina Repentita - già citata con questo nome in un atto del 1111 (probabilmente per il fatto che nell'Alto Medioevo ospitava, o aveva ospitato, una comunità di recupero per le "prostitute pentite di Pavia"), situata sulla strada interpoderale che collega la Cantone Tre Miglia ai borghi di S. Genesio e Mirabello, citata già in un atto del 25 gennaio 1111.

Una cascina con la tipica base quadrata delle costruzioni rurali lombarde, rimaneggiata e con la parte storica in cattivo stato di conservazione. Tra le risaie e vicino alla linea ferroviaria. La rese famosa Francesco I, re di Francia.

  • Questa è una cascina di importanza storica. Cercate la lapide che ne spiega le ragioni.
  • La leggenda narra che la Zuppa alla Pavese nacque qui, preparata da una contadina, come piatto improvvisato; ne conoscete la ricetta?
  • Lo scontro tra francesi e spagnoli è iniziato “sul far dell’alba”, chiudete gli occhi e immaginate i colori e i rumori della battaglia.

Vuole la tradizione che il giorno della sua sconfitta Francesco I vagasse per le campagne attorno alla città, stanco e affamato ("Tutto è perduto, fuorchè l’onore e la vita, che è salva"). La vita gliel’avrebbe salvata una contadina, cui il sovrano si era rivolto per avere del cibo. "Sul fuoco del camino bolliva un brodo di barlande (borragine) e non di carne", merce rara per l'epoca, una fetta di pane casereccio, cotto la domenica nel forno comune con le altre donne della cascina, e un uovo fresco.  Il re apprezzò e firmò l'atto che lo allontanò per sempre da queste lande. Francesco I, tornato in patria dopo un anno di prigionia, introdusse a corte questa zuppa che ebbe un tale successo da divenire ben presto una celebre pietanza destinata a fama secolare.

Fonte: Comune di Borgarello
Photo: Comitato “Villa in Comune”
Take me here: Borgarello

See also

Visconti park

The medieval splendor come alive in today's Pavia.
  • Active & Green
Visconti Park

Naviglio Pavese

The Naviglio Pavese was a dream come true, the dream that had lasted five centuries of a direct link between Pavia and Milan.
Naviglio_Pavese

Zuppa Pavese Recipe

The pavese soup, taste of old dishes, those that were born from the few ingredients available
  • Food & Wine
Zuppa Pavese recipe, a soup fit for a king

Places

Certosa di Pavia

The Certosa di Pavia, a monastery built by Gian Galeazzo Visconti as a family chapel, is connected to the castle by the Visconteo Park.
  • Religious Tourism
La Certosa di Pavia
2.09 km

Pavia University Campus

An ancient and glorious history. Alessandro Volta, Ugo Foscolo, Carlo Rubbia sat on the professorships of the University of Pavia
  • Art & Culture
Statua di Antonio Bordoni, Università di Pavia.
4.74 km

Church Of San Lanfranco

The church of Saint Lanfranco and its monastery were erected in Pavia, on the north bank of the river Ticino
  • Art & Culture
Church Of San Lanfranco
5.14 km

Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

  • Religious Tourism
Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro
5.43 km

Archaeology museum and sala longobarda

  • Art & Culture
Archaeology Museum and Sala Longobarda
5.57 km

Visconti Castle

At the start of the 20th century, Visconti Castle(PV) was acquired by the local municipality and has since been home to the civic museums
  • Art & Culture
Pavia Castello Visconteo
5.6 km

Church Of Saint Salvatore Pavia

San Salvatore was an ancient and powerful monastery of Pavia
  • Art & Culture
Church Of Saint Salvatore Pavia
5.75 km

Fraschini theatre

  • Art & Culture
Teatro Fraschini Pavia
5.8 km

Church Of Saint Giovanni Domnarum

  • Art & Culture
Church Of Saint Giovanni Domnarum
5.96 km

Church of Saint Francesco

The church of Saint Francesco in Pavia shows a clear separation between the Romanesque architecture and the late Gothic
  • Art & Culture
Church of Saint Francesco
5.99 km

University Library of Pavia

  • Art & Culture
Salone Teresiano
5.99 km

Following history’s trails. Who is the Sun King?

  • Art & Culture
Sun King’s equestrian statue, Monuments Pavia
6.12 km

Cathedral of Pavia

The most impressive church in Pavia to whose design Leonardo Da Vinci contributed
  • Religious Tourism
Cathedral of Pavia
6.17 km

Botanical Gardens Pavia

Un orto storico che si trova nell’attuale sede dagli ultimi decenni del 1700
  • Parks
Botanical Gardens Pavia
6.26 km

Botanical gardens university of Pavia

  • Active & Green
Orto Botanico Università di Pavia, Giardini Pavia
6.27 km

Church of Saint Teodoro - Pavia

La Chiesa fu edificata nella seconda metà del XII secolo per accogliere le spoglie di San Teodoro
  • Religious Tourism
Church of Saint Teodoro - Pavia
6.31 km

Basilica of San Michele Maggiore

  • Art & Culture
Basilica of San Michele Maggiore
6.45 km

From Pavia to Abbiategrasso

  • Cycle Tourism
From Pavia to Abbiategrasso
6.51 km

Ponte Coperto Bridge

  • Art & Culture
Ponte Coperto, Pavia
6.54 km

Sant'alessio Con Vialone

  • Active & Green
Sant'alessio Con Vialone
6.84 km

Where to sleep

ONE MILLION

Borgarello
ONE MILLION
470 mt

IL PETTIROSSO

Certosa di Pavia
IL PETTIROSSO
1.6 km

LA FORESTERIA DEI BALDI

Pavia
LA FORESTERIA DEI BALDI
4.43 km

PAVIA AFFITTACAMERE FORESTERIA LOMBARDA

Pavia
PAVIA AFFITTACAMERE FORESTERIA LOMBARDA
5.03 km

PAVIA OSTELLO

Pavia
PAVIA OSTELLO
5.03 km

GOLGI SUITE

Pavia
GOLGI SUITE
5.28 km

HOTEL EXCELSIOR

Pavia
HOTEL EXCELSIOR
5.73 km

GALLERIA ARNABOLDI MAISON D'HOTES

Pavia
GALLERIA ARNABOLDI MAISON D'HOTES
6.17 km

ARNABOLDI PALACE

Pavia
ARNABOLDI PALACE
6.2 km

LE STANZE DEL CARDINALE

Pavia
LE STANZE DEL CARDINALE
6.2 km

LE STANZE DEL CARDINALE STUDIO

Pavia
LE STANZE DEL CARDINALE STUDIO
6.21 km

OSTELLO SANTA MARIA IN BETLEM

Pavia
OSTELLO SANTA MARIA IN BETLEM
6.93 km

CASCINA SCOVA RESORT

Pavia
CASCINA SCOVA RESORT
7.11 km

AGR. CASCINA MORA

Pavia
AGR. CASCINA MORA
8.24 km

HOTEL GIANNINO

San Martino Siccomario
HOTEL GIANNINO
8.67 km

PALAZZO CAVAGNA SANGIULIANI

Bereguardo
PALAZZO CAVAGNA SANGIULIANI
11.23 km

MOONLIGHT HOTEL

Siziano
MOONLIGHT HOTEL
12.31 km

TRE RE

Landriano
TRE RE
12.34 km

DELL'ANGELO

Mezzanino
DELL'ANGELO
13.13 km

AGR. SANT'ANDREA

Gropello Cairoli
AGR. SANT'ANDREA
14.64 km